Cavalcavia Bussa
Cavalcavia Bussa
Ponte abitato fra le isole dell’arcipelago Milano
Milano (Italia) 2014

Lo spazio del cavalcavia viene definito come spazio urbano unitario di grande libertà a disposizione di usi molteplici e mutevoli nel tempo. Paesaggio artificiale/naturale, non solo percorso di transito ma luogo di incontro e connessione tra parti di città, ponte abitato fra le isole dell’arcipelago Milano.
Un percorso coperto definisce in modo unitario il bordo ovest del cavalcavia collegando le scale e gli ascensori posti alle testate. A sud la copertura si integra al volume di ingresso al sottostante spazio comunale di cui viene proposto un uso a sala espositiva, illuminata da lucernari, la cui attività si può espandere sul prato esterno, con vista privilegiata sullo skyline del centro direzionale.
A nord la copertura comprende un volume di servizio al campo da gioco in diretta relazione con il quartiere Isola. Tutti i parapetti sono in maglia di acciaio, che permette una grande trasparenza, con altezze diversificate in base alle necessità di sicurezza.
Al centro, una tettoia che copre l’intera larghezza dell’impalcato viene montata a 7 m. di altezza su colonne in acciaio impostate sulla maglia della sottostante struttura del cavalcavia. Al di sotto, un volume contiene un bar su due livelli dal cui piano superiore si gode la vista verso la catena delle Alpi. È la porta del ponte, semplice luogo di incontro, ma anche supporto per eventi particolari, manifestazioni, concerti, mercati.
Le pavimentazioni, in cemento, asfalto drenante e resine, differenziate per zone e utilizzi diversi, vengono unificate dall’unico colore blu.
Tutta lo superficie viene articolata in spazi più o meno densi in base alla vicinanza o alla rarefazione di una serie di elementi a base circolare d m.3,50, alberi , aiuole, vasche d’acqua, sedute, elementi per skate park. Gli alberi sono piantumati su grandi coni di terra trattenuta da maglia metallica ricoperta di essenze tappezzanti.
La pista ciclabile si snoda lungo il bordo est dell’impalcato, spostandosi diagonalmente sull’altro lato in prossimità della testata sud collegando in tal modo i tre punti di risalita previsti. I mezzi di servizio possono percorrere tutto il cavalcavia nelle due direzioni utilizzando a nord la rampa carraia e a sud la rampa ciclopedonale.
Un impianto di produzione di energia elettrica da 60 kWp con tecnologia solare fotovoltaica integrato nella copertura del percorso coperto rende il cavalcavia ad impatto zero dal punto di vista energetico.

TESTATA SUD

Una  rampa ciclo pedonale  ad andamento ellittico che circonda un giardino sostituisce la rampa carrabile esistente. La soluzione consente una relazione diretta con il giardino di via Ferrari, libera lo spazio di ingresso alla scuola materna, permette di servire i percorsi ciclabili  in direzione di via Quadrio e di via D’Azeglio con un’unica rampa, consente una svolta ampia  dell’intera sezione stradale di via Quadrio verso via D’Azeglio. Due nuove scale completano la testata. Viene conservata  la gran parte degli alberi esistenti.

VELOSTAZIONE E RAMPA GARIBALDI

L’ingresso della velostazione, luogo di interscambio e di incontro, è posto sul fianco della stazione Garibaldi facilmente accessibile da piazza Freud con una nuova rampa ciclabile. Al piano terra l’ingresso con spazio accoglienza, i servizi, una ciclofficina, un negozio per ciclisti e il deposito di 106 biciclette; al piano primo lo spazio per 409 biciclette (tot di 515). Il deposito delle biciclette è organizzato con il sistema a due livelli per piano.
Esternamente una rampa ciclopedonale a sviluppo elicoidale, strutturalmente indipendente, collega v.le Don Luigi Sturzo con il primo piano della velostazione e con il cavalcavia.
La velostazione ha una struttura in acciaio con tamponamenti in policarbonato protetto esternamente da una maglia in acciaio che permette la visibilità dell’interno.
I lucernari della metropolitana vengono integrati e protetti dalla struttura facilitandone la manutenzione.

TESTATA NORD

La rampa carrabile esistente viene ridefinita in base alla  ridotta accessibilità carraia spostando sul lato nord la pista ciclabile  in modo da evitare interferenze con gli ingressi carrai del cavalcavia ed avere una relazione più stretta con la   scarpata/giardino  attraversata da un sistema di piccole scale e terrazzamenti. L’area del Pepe Verde viene allargata fino a via Borsieri con utilizzo a cinema all’aperto dell’area ora adibita a  parcheggio; il confine  viene ridefinito con una recinzione in rete metallica,  che permetta maggior visibilità dell’interno. Un boschetto connota  lo spazio dell’area cani di cui viene confermata la posizione. Una scala lineare compresa fra due rampe definisce la  piazza triangolare ribassata che si apre  verso  l’edificio che  ospita le associazioni e costituisce una testata a via Borsieri. La piazza viene alberata con le magnolie esistenti integrate da altri esemplari e arricchita da un campo da bocce  in gestione alle associazioni di cittadini.

ELEMENTI DEL PAESAGGIO DEL CAVALCAVIA E VEGETAZIONE

Le scelte vegetali rispondono in primo luogo all’esigenza di una manutenzione contenuta e a criteri di gestione ecologica (basso apporto idrico, poco uso di consumi e di anti parassitari). In secondo luogo le scelte sono state guidate da criteri estetici di naturalezza e di spontaneità con l’impiego di erbe ornamentali, di prati fioriti e di essenze arboree  agresti e boschive.

Cavalcavia Bussa
Cavalcavia Bussa
Ponte abitato fra le isole dell’arcipelago Milano
Milano (Italia) 2014

2014 Progetto di concorso

Progetto: Antonio Lazzaretto (capogruppo), Paolo Bresciani

team: Antonio Lazzaretto, Paolo Bresciani, Filippo Valaperta, Erica Croce, Laura Pirovano.

 

http://www.antoniolazzaretto.it/wp-content/uploads/2015/04/Tav-1_Cavalcavia-Bussa.jpg
Cavalcavia Bussa
Ponte abitato fra le isole dell’arcipelago Milano
Milano (Italia) 2014
http://www.antoniolazzaretto.it/wp-content/uploads/2015/04/Rampa-ellittica.jpg
Cavalcavia Bussa
Ponte abitato fra le isole dell’arcipelago Milano
Milano (Italia) 2014
http://www.antoniolazzaretto.it/wp-content/uploads/2015/04/Centroi.jpg
Cavalcavia Bussa
Ponte abitato fra le isole dell’arcipelago Milano
Milano (Italia) 2014
http://www.antoniolazzaretto.it/wp-content/uploads/2015/04/percorsi3.jpg
Cavalcavia Bussa
Ponte abitato fra le isole dell’arcipelago Milano
Milano (Italia) 2014
http://www.antoniolazzaretto.it/wp-content/uploads/2015/04/piante.jpg
Cavalcavia Bussa
Ponte abitato fra le isole dell’arcipelago Milano
Milano (Italia) 2014
http://www.antoniolazzaretto.it/wp-content/uploads/2015/04/piante2.jpg
Cavalcavia Bussa
Ponte abitato fra le isole dell’arcipelago Milano
Milano (Italia) 2014